Il latino lingua morta? Ad Acerra è più viva che mai.

Venerdì 16 marzo 2018, nell’auditorium del Liceo “Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra si svolgerà il Certamen Acerranum quartum, un agone di traduzione dalla Lingua Latina riservato agli studenti del IV e V anno dei Licei Classici e Scientifici di tutta Italia, secondo le modalità dei pubblici concorsi. Più di 110 studenti provenienti da prestigiosi Licei Classici e Scientifici del Centro-Sud (Toscana, Umbria, Marche, Lazio,Basilicata, Campania, Puglia, Calabria) si sfideranno, affilate le penne, nella traduzione di un brano tratto dalle Georgiche di Virgilio, corredata da un commento che non solo analizzi formalmente il passo, ma ne attualizzi il contenuto mostrando consapevolezza del patrimonio culturale classico. Virgilio, interprete di grande maturità artistica degli stati d’animo della propria epoca, ma portatore di un messaggio universale sempre valido nel tempo, appare estremamente moderno quando la sua poesia ci fa riflettere sulla potenza sconvolgente dell’amore, sulla bellezza della natura o sulla violenza con cui talvolta si accanisce sull’uomo e sugli animali.

fonte